Quesiti Operativi

Quesiti Operativi

Concordato preventivo con transazione fiscale e voto dell’Agenzia delle Entrate

03 Giugno 2015 | di Daniele Fico

Transazione fiscale

In un concordato preventivo con transazione fiscale, la manifestazione di voto da parte del direttore del competente ufficio, per tributi non iscritti a ruolo ai sensi dell’art. 182 - ter, comma 3, impone al commissario giudiziale di acquisire il conforme parere della direzione generale? Se il voto è espresso a mezzo PEC dopo l’adunanza dei creditori, ai sensi dell’art. 178, comma 4, l. fall. la mancata allegazione del parere può ripercuotersi sull’esito finale del voto?

Leggi dopo

Trattamento fiscale delle perdite e delle svaluta­zioni su partecipazioni

20 Maggio 2015 | di La Redazione

IRAP

Una S.R.L. commerciale deteneva una partecipazione in un'impresa industriale avente i requisiti PEX. Tale partecipazione, ceduta nel 2014, ha generato una plusvalenza rilevata contabilmente fra i proventi straordinari. Ai fini IRES è esente al 95%, mentre ai fini IRAP va tassata? La Circolare n. 27/2009 affronta le plusvalenze da cessione beni strumentali e da immobili, ma non tratta di cessioni di partecipazioni. A nostro parere plus e minusvalenze da cessione partecipazioni non rilevano ai fini IRAP.

Leggi dopo

Concordato preventivo e privilegio delle sanzioni inerenti a imposte dirette

19 Maggio 2015 | di Daniele Fico

Imposte dirette

A seguito della sentenza della Corte Costituzionale 170/2013 ci si chiede se nell’ambito della proposta di un nuovo concordato preventivo le sanzioni relative ad imposte dirette maturate prima dell’entrata in vigore del D.L. 98/2011 siano o meno da considerarsi privilegiate.

Leggi dopo

Giorni di permanenza della verifica fiscale

18 Maggio 2015 | di La Redazione

Verifiche fiscali

Un'azienda, nel caso in esame una SRL, ha subito un accertamento in occasione del quale i militari della Guardia di Finanza sono rimasti in sede per più dei canonici trenta giorni lavorativi stabiliti dallo Statuto del Contribuente. Prima di aprire un probabile contenzioso, perché a seguito della verifica è stato emesso un avviso di accertamento da parte dell’Agenzia delle Entrate, si chiede un parere sulla legittimità di tale atto.

Leggi dopo

IVA su riscatto leasing

15 Maggio 2015 | di La Redazione

IVA

La società che amministro vorrebbe riscattare l’immobile sul quale ha stipulato alcuni anni or sono un contratto di leasing. Il fabbricato in questione è un capannone industriale. Ai fini IVA l’importo del riscatto sarà considerato esente o imponibile?

Leggi dopo

Fruibilità del credito di imposta per redditi prodotti all'estero

08 Maggio 2015 | di La Redazione

Crediti d'imposta e imposte pagate all'estero

Un contribuente ha conseguito dei redditi di capitale percepiti all’estero, mentre in Italia percepisce redditi soggetti a imposta sostitutiva e a titolo di imposta. Può ugualmente beneficiare del credito di imposta per i redditi prodotti all’estero? Il problema deriva dal fatto che, per i redditi prodotti in Italia, non deve presentare la dichiarazione dei redditi in quanto tassati alla fonte.

Leggi dopo

Plusvalenze e minusvalenze tassabili per il professionista

08 Maggio 2015 | di La Redazione

IRPEF

La cessione di un bene mobile acquistato nel corso del 2005 può generare per il professionista una plusvalenza tassabile? In ipotesi, invece, di “autoconsumo” (avvenuta nel corso del 2014) di un bene mobile strumentale acquistato nel 2010, è possibile rilevare una minusvalenza deducibile per il professionista?

Leggi dopo

Rateazione debiti tributari

10 Aprile 2015 | di La Redazione

Rateazione

Sono debitore di un importo per tributi, sanzioni e interessi, pari a circa 22.000 euro. Ho necessità di richiedere una rateizzazione della somma, il più possibile ampia, in considerazione del fatto che, con i redditi di cui attualmente dispongo, non sono in grado di poter provvedere in una soluzione unica. Come devo procedere? Qual è il numero massimo di rate che può essere richiesto? Devo produrre una particolare documentazione?

Leggi dopo

T.I.A. (Tariffa di Igiene Ambientale) e relativo privilegio

16 Marzo 2015 | di Mariacarla Giorgetti, Matteo Lorenzo Manfredi

Imposte dirette

La T.I.A. (tariffa di igiene ambientale) gode di privilegio ex art. 2752 c.c., alla luce del D.l. n. 98/2011? Trattandosi di una tariffa e non di una tassa e/o imposta dovrebbe essere chirografaria; inoltre i privilegi non potrebbero essere applicati in via estensiva e/o analogica.

Leggi dopo

Pagine