News

News

Indagini penali e processo tributario, non occorre esibire l’autorizzazione del Giudice

09 Aprile 2015 | di La Redazione

Cass. civ., sez. VI-T, 2 aprile 2015, n. 6796

Indagini finanziarie

L’autorizzazione che consente di utilizzare nel processo tributario il materiale raccolto nell’ambito di un procedimento penale, non è posta a tutela del contribuente ma delle indagini, la mancata esibizione non ha conseguenze. Così afferma la Cassazione nella sentenza n. 6796/2015.

Leggi dopo

Commercialisti, arrivano le Scuole di alta formazione

08 Aprile 2015 | di La Redazione

Assistenza tecnica

Il Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili ha approvato un progetto finalizzato alla costituzione di Scuole di Alta Formazione (SAF) per i commercialisti su tutto il territorio nazionale. Il progetto, che coinvolgerà anche la Fondazione Nazionale dei Commercialisti e gli Ordini territoriali, prevede la costituzione delle scuole su base regionale o interregionale, in collaborazione con le Università.

Leggi dopo

Classamento, escluse le superfici in concessione non di proprietà

08 Aprile 2015 | di La Redazione

Cass.civ., sez. trib., 2 aprile 2015, n. 6732

Imposte ipotecaria e catastale

La Corte di Cassazione annulla l’avviso che, ai fini dell’attribuzione della rendita catastale, ha tenuto conto anche delle aree ottenute in concessione dal Comune e non di proprietà esclusiva del contribuente.

Leggi dopo

Deducibile il mantenimento dell’ex, anche se convertito nell’accollo del mutuo

08 Aprile 2015 | di La Redazione

Cass. civ., sez. VI, 2 aprile 2015, n. 6794

Assegni familiari

Il coniuge che, discostandosi da quanto stabilito dal giudice, paga gli assegni alimentari all’ex coniuge mediante l’accollo del mutuo, non perde il diritto alla deducibilità di quanto sostenuto. Lo afferma la Cassazione nell’ordinanza n. 6794/2015.

Leggi dopo

In aumento il gettito delle imposte dirette

08 Aprile 2015 | di La Redazione

Bollettino delle entrate tributarie gennaio–febbraio 2015.pdf

Imposte dirette

Dal Dipartimento delle Finanze arriva l'analisi relativa al periodo gennaio - febbraio 2015 sulle entrate tributarie erariali accertate in base al criterio della competenza. Quella giuridica decresce dello 0,8%, per effetto delle imposte indirette (- 4,7%) e dell’aumento delle imposte dirette (+ 1,9%).

Leggi dopo

IRAP, deducibilità della componente lavoro anche per le utilities

07 Aprile 2015 | di La Redazione

IRAP

Con la Circolare n. 7/2015, l'Associazione delle società italiane per azioni ha illustrato le novità sulla disciplina IRAP introdotte dalla Legge di Stabilità 2015, soffermandosi, tra l'altro, sui soggetti che possono beneficiare della nuova deduzione della componente lavoro dalla base imponibile, con particolare riferimento alle imprese che operano “a concessione o a tariffa” (c.d. utilities).

Leggi dopo

Estinzione società: le norme del Decreto Semplificazioni non sono retroattive

07 Aprile 2015 | di La Redazione

Cass. civ., sez. trib., 2 aprile 2015, n. 6743

Riscossione coattiva

Con la sentenza n. 6743/2015, la Corte di Cassazione precisa il contenuto della disposizione del D.Lgs. 175/2014 che posticipa di cinque anni gli effetti dell’estinzione della società ai fini della validità e dell’efficacia degli atti di liquidazione, accertamento, contenzioso e riscossione di tributi, contributi, sanzioni e interessi.

Leggi dopo

Emendabilità della dichiarazione, in giudizio non c’è limite di tempo

07 Aprile 2015 | di La Redazione

Cass. civ., sez. VI, 1 aprile 2015, n. 6665

Termini di accertamento

Davanti alle Commissioni, il contribuente può opporsi alla maggiore pretesa dell’Amministrazione, scaturente da errori commessi nella dichiarazione, indipendentemente dal termine previsto dall’art. 2, comma 8, D.P.R. n. 600/73. Lo afferma la Cassazione nella sentenza n. 6665/2015.

Leggi dopo

Credito d'imposta per le Zone Franche Urbane, nessun limite alle compensazioni

07 Aprile 2015 | di La Redazione

Agenzia delle Entrate, Risoluzione 3 aprile 2015, n. 36_E.pdf

Compensazioni

L'Agenzia delle Entrate, con la Risoluzione n. 36/E del 3 aprile 2015, ha chiarito che alle compensazioni effettuate, mediante modello F24, per fruire delle agevolazioni fiscali e contributive riconosciute alle micro e piccole imprese operanti nelle Zone Franche Urbane, non si applicano né l’obbligo di apposizione del visto di conformità, né il divieto di compensazione in presenza di ruoli scaduti, né i limiti d'importo previsti in via generale (700 mila euro) o per i crediti agevolativi indicati nel quadro RU (250 mila euro).

Leggi dopo

Definizione agevolata solo sull’intero e non sulle singole sanzioni

03 Aprile 2015 | di La Redazione

Cass. civ., sez. trib., 31 marzo 2015, n. 6531

Avviso di accertamento

La Sezione Tributaria di Cassazione, con la sentenza n. 6531/2015, nega l’ammissibilità della definizione agevolata nel caso in cui vengano definite soltanto alcune delle violazioni commesse e non la sanzione unica irrogata.

Leggi dopo

Pagine