News

News su Omessa dichiarazione

Pace fiscale: i commercialisti chiedono che non vengano esclusi gli omessi versamenti

05 Novembre 2018 | di La Redazione

Omessa dichiarazione

“Per ragioni di equità e di coerenza dell’impianto generale delle disposizioni in materia di pacificazione fiscale, si suggerisce di prevedere la possibilità di definire in modo agevolato anche le violazioni relative agli omessi versamenti delle imposte dichiarate, siano esse state già contestate o non a mezzo dei cosiddetti avvisi bonari”. Così il CNDCEC nel corso dell’audizione presso la Commissione Finanze del Senato sul Decreto legge fiscale n. 119.

Leggi dopo

Rassegna di giurisprudenza di legittimità - settembre 2016

21 Ottobre 2016 | di La Redazione

Omessa dichiarazione

Dalla redazione una selezione delle pronunce della Cassazione di maggior interesse depositate nel mese di settembre 2016.

Leggi dopo

Alla CGUE la questione del ne bis idem nella manipolazione del mercato

14 Ottobre 2016 | di La Redazione

Cass. civ., sez. trib., 13 ottobre 2016, n. 20675

Omessa dichiarazione

La Corte di Cassazione, con ordinanza interlocutoria n. 20675/2016 depositata ieri, ha rilevato che la mancata previsione, nell’ordinamento italiano, dell’allargamento del principio del ne bis in idem anche ai rapporti tra sanzione penale e amministrativa di natura penale appare non conforme ai principi UE. Viene, pertanto, disposto il rinvio degli atti alla Corte di Giustizia dell’Unione europea.

Leggi dopo

Sì alla determinazione dell'imposta evasa nel procedimento penale

28 Settembre 2016 | di La Redazione

Cass. pen., sez. III, 26 settembre 2016, n. 39789

Omessa dichiarazione

I Giudici della Corte, con sentenza n. 39789/2016, hanno ricordato che spetta esclusivamente al giudice penale il compito di accertare e determinare l'ammontare dell'imposta evasa, attraverso una verifica che può venire a sovrapporsi o anche entrare in contraddizione con quella eventualmente effettuata dinanzi al giudice tributario.

Leggi dopo

Sale and lease back e computazione delle plusvalenze

15 Settembre 2016 | di La Redazione

Cass. pen., sez. III, 23 agosto 2016, n. 35294

Omessa dichiarazione

La Corte di Cassazione, con sentenza n. 35294/2016, ha chiarito che le plusvalenze derivanti da operazioni di compravendita con locazione finanziaria al venditore devono essere ripartite in funzione della durata del contratto di locazione.

Leggi dopo

Dichiarazione telematica: l'errore bloccante dev'essere rimosso

05 Novembre 2015 | di La Redazione

Cass. civ., sez. trib., 4 novembre 2015, n. 22466

Omessa dichiarazione

I Giudici della Suprema Corte con sentenza n. 22466/2015 sostengono che la dichiarazione del contribuente trasmessa tramite procedure telematiche si considera regolarmente inviata con la comunicazione, ovvero la ricevuta, dell'Agenzia delle Entrate che attesta l'avvenuto ricevimento del modello.

Leggi dopo

Dichiarazione infedele o omessa: anche operazioni abusive ne integrano la fattispecie, se è individuata la norma anti-elusiva violata

08 Ottobre 2015 | di La Redazione

Cass. pen., sez. III, 6 ottobre 2015, n. 40110

Omessa dichiarazione

I Giudici della Cassazione, con la sentenza n. 40110/2015, hanno definito che anche operazioni abusive integrano la fattispecie di dichiarazione infedele o omessa se è individuata la norma anti-elusiva violata.

Leggi dopo

Errori bloccanti, serve sempre la ricevuta dell’Agenzia

28 Settembre 2015 | di La Redazione

Cass. civ., sez. trib., 24 settembre 2015, n. 18912

Omessa dichiarazione

La dichiarazione si considera presentata con la comunicazione ovvero la ricevuta dell’Agenzia delle Entrate che attesta l’avvenuto ricevimento del modello: lo hanno ricordato i Giudici della Cassazione con la sentenza n. 18912/2015.

Leggi dopo

Non rilascia il 770, assolto per omesso versamento di ritenute

17 Settembre 2015 | di La Redazione

Cass. pen., sez, III, 15 settembre 2015, n. 37075

Omessa dichiarazione

La sentenza pronunciata a carico del sostituto d'imposta rischia la nullità, se l’imputato afferma di non aver mai rilasciato le certificazioni. Il Giudice dovrà fornire risposte concrete sui motivi per i quali ha privilegiato la prova indiretta del reato. Lo hanno affermato dalla Cassazione con la sentenza n. 37075/2015.

Leggi dopo

Il piano concordatario che prevede la dilazione del pagamento IVA salva l’imprenditore dal reato di omesso versamento

14 Settembre 2015 | di La Redazione

Cass. pen., sez. III, 16 aprile 2015, n. 15853

Omessa dichiarazione

Il fumus commissi delicti del reato di cui all’art. 10-ter d. lgs. n. 74/2000 è incompatibile con l’inclusione del debito Iva nel piano concordatario, nel senso di mera dilazione che non incide sul quantum, qualora l’ammissione al concordato preventivo sia anteriore alla scadenza del termine per il relativo versamento, ovvero anteriore alla consumazione del reato.

Leggi dopo

Pagine