News

News su Accertamento induttivo

Accertamento analitico e ricavi non contabilizzati

06 Luglio 2017 | di La Redazione

Cass. civ., sez. trib., 05 luglio 2017, n. 16531

Accertamento induttivo

La Corte di Cassazione, con l'ordinanza n. 16531/2017, ha ricordato il principio di diritto più volte espresso dai Supremi Giudici secondo il quale sia in tema di accertamento delle imposte sui redditi che di accertamento ai fini IVA, la presenza di scritture contabili formalmente corrette non esclude la legittimità dell'accertamento analitico-induttivo del reddito d'impresa, sempre che la stessa contabilità possa considerarsi complessivamente e sostanzialmente inattendibile.

Leggi dopo

Valido l'accertamento induttivo basato sui brogliacci

29 Giugno 2017 | di La Redazione

Cass. civ., sez. trib., 28 giugno 2017, n. 16060

Accertamento induttivo

Con la sentenza n. 16060/2017 i Giudici della Corte hanno ricordato che in sede di accertamento tributario la "contabilità in nero" costituita da promemoria e annotazioni dell’imprenditore, relativi all’attività svolta, costituiscono un valido elemento sulla base del quale poter fondare la pretesa fiscale.

Leggi dopo

In caso di presunta attività "in nero" è legittimo ricorrere al metodo induttivo

11 Ottobre 2016 | di La Redazione

Cass. civ., sez. VI-T, 10 ottobre 2016, n. 20351

Accertamento induttivo

Nel caso in cui vi sia omessa dichiarazione dei redditi e mancata esibizione delle scritture contabili, la legge abilita l'Ufficio a servirsi di qualsiasi elemento probatorio per la determinazione del reddito ed è quindi legittimo il ricorso al metodo induttivo ex art. 39 d.P.R. n. 600/1973. Questo il principio ricordato dalla Corte con l'ordinanza n. 20351/2016.

Leggi dopo

Anche la 'contabilità in nero' è un valido elemento indiziario

12 Luglio 2016 | di La Redazione

Cass. civ., sez. VI-T, 11 luglio 2016, n. 14150

Accertamento induttivo

La contabilità in nero costituita da appunti personali ed informazioni dell'imprenditore, rappresenta un valido elemento indiziario, dotato dei requisiti di gravità precisione e concordanza prescritti dall'art. 39, comma 1 del d.P.R. n. 600/1973.

Leggi dopo

Contabilità in rosso, illegittimo l’avviso induttivo

05 Ottobre 2015 | di La Redazione

Cass. civ. sez. trib. 01 ottobre 2015, n. 19602

Accertamento induttivo

La società presentava un bilancio profondamente negativo, ed era poi fallita. Proprio per questi motivi, l’avviso di accertamento induttivo è parso infondato ai Giudici di Cassazione, che si sono espressi con la sentenza n. 19602/2015.

Leggi dopo

Illegittimo l’induttivo che non tiene conto dei saldi e degli sconti

01 Settembre 2015 | di La Redazione

Cass. civ., sez. trib., 5 agosto 2015, n. 16435

Accertamento induttivo

Nella sentenza n. 16435/2015, i Giudici della Cassazione hanno affermato che l’accertamento induttivo doveva tenere in considerazione anche i saldi e gli sconti effettuati dall’attività esaminata.

Leggi dopo

Illegittimo l'induttivo che è giustificato da una sola omissione

25 Agosto 2015 | di La Redazione

Cass. civ., sez. trib., 7 agosto 2015, n. 16606

Accertamento induttivo

Con la sentenza della Cassazione n. 16606/15, i Giudici hanno accolto il ricorso di un professionista: era illegittimo l'accertamento motivato da un solo caso di sottofatturazione.

Leggi dopo

Negozio grande, poco reddito: via libera all’accertamento induttivo

07 Luglio 2015 | di La Redazione

Cass. civ., sez. trib. 3 luglio 2015, n. 13734

Accertamento induttivo

Se si ha un’attività grande, ma si dichiara poco, basta il criterio dell’antieconomicità per legittimare l’accertamento del Fisco. È quanto ha stabilito la Cassazione con la sentenza n. 13734/2015.

Leggi dopo

Valido l’accertamento basato sul controllo dei movimenti con carta di credito e POS

03 Luglio 2015 | di La Redazione

Cass. civ. sez. trib., 01 luglio 2015, n. 13494

Accertamento induttivo

Un accertamento può tenere in considerazione anche gli accrediti ed i pagamenti con carta di credito e POS. Lo hanno detto i Giudici della Corte di Cassazione con la sentenza n. 13494/2015.

Leggi dopo

Non tiene conto della difficile situazione economica: l’accertamento non è valido

20 Maggio 2015 | di La Redazione

Cass. civ., sez. trib.,15 maggio 2015, n. 9973

Accertamento induttivo

L’accertamento induttivo, nel caso di pesanti vessazioni dovute alla contingenza economica attuale, non è valido. Lo ha stabilito la Cassazione, con sentenza n. 9973/2015.

Leggi dopo

Pagine