Giurisprudenza commentata

Giurisprudenza commentata

Attività "istituzionali" e "commerciali" degli enti no profit

16 Febbraio 2017 | di Maurizio Mottola

Cass. civ.

Enti no profit

La Cassazione Civile, Sezione Tributaria, ha più volte enunciato il principio in base al quale gli enti non commerciali di tipo associativo possono godere delle agevolazioni fiscali previste dalle norme vigenti in materia IVA e di imposte sul reddito se, oltre a rispettare i requisiti formali prescritti dalla legge, si impegnano a svolgere concretamente le attività istituzionali previste dalle clausole statutarie adottate e a fornirne sufficiente dimostrazione.

Leggi dopo

Altra tappa nella vicenda Taricco: gli atti tornano alla Corte di giustizia Ue

15 Febbraio 2017 | di Maria Hilda Schettino

Corte cost.

Prescrizione

Nell'ordinamento giuridico italiano, la prescrizione è un istituto di natura sostanziale e il suo regime legale è soggetto al principio di legalità in materia penale, espresso dall'art. 25, comma 2, Cost. Pertanto, è necessario che essa sia analiticamente descritta da una norma vigente al tempo di commissione del fatto, al pari del reato e della pena, essendo un istituto che incide sulla punibilità della persona.

Leggi dopo

Imputazione dei corrispettivi di servizi ad annualità diversa: la presunzione legale può essere “superata”

14 Febbraio 2017 | di Ignazio Gennaro

Cass. civ., sez. trib.

Plusvalenze

La presunzione legale di imputazione dei corrispettivi per prestazioni di servizi all'esercizio di competenza in cui le relative prestazioni sono state eseguite, prevista dall'art. 75 del d.P.R. n. 917/1986 (divenuto art. 109 nella riformulazione del D.Lgs. n. 344/2003), può essere superata nell'ipotesi in cui non sia ancora certa l‘esistenza o oggettivamente determinabile l'ammontare dei corrispettivi al momento della redazione e presentazione della dichiarazione.

Leggi dopo

La Corte Ue “salva” il pro-rata IVA

10 Febbraio 2017 | di Stefano Mazzocchi

CGUe

IVA

Il regime del pro-rata, previsto dal d.P.R. n. 633/1972, è legittimo e non contrasta con l'ordinamento tributario dell'Unione europea. A tal fine non rileva la circostanza che, trattandosi di un criterio di tipo forfettario, dalla sua applicazione per determinare l'IVA detraibile possa derivarne talvolta uno svantaggio in capo al contribuente.

Leggi dopo

Questione di legittimità dell'IMU: riparto del gettito tra Stato ed enti territoriali e principio di leale collaborazione

07 Febbraio 2017 | di Nicola Mario Condemi

Corte cost.

IMU

La questione di legittimità costituzionale della disciplina dell'IMU è inammissibile in riferimento ai parametri inerenti al riparto del relativo gettito tra Stato ed enti territoriali ed infondata in riferimento al principio di leale collaborazione.

Leggi dopo

Imposta di registro: non è possibile riqualificare come cessione di ramo il conferimento di azienda

02 Febbraio 2017 | di Fabio Gallio

CTR Toscana

Cessione ramo d'azienda

Ai fini dell'imposta di registro, non è possibile per l'Ufficio riqualificare come cessione di ramo d'azienda un'operazione che prevede il conferimento di azienda e la successiva cessione delle partecipazioni detenute nella conferitaria.

Leggi dopo

Plusvalenze da cessioni di immobili/aziende e insufficienza del valore accertato ai fini dell'imposta di registro

30 Gennaio 2017 | di Francesco Brandi

Cass. civ.

Plusvalenze

Per le cessioni d'immobili e di aziende nonché per la costituzione e il trasferimento di diritti reali sugli stessi, l'esistenza di un maggior corrispettivo ai fini IRPEF non è presumibile soltanto sulla base del valore anche se dichiarato, accertato o definito ai fini dell'imposta di registro, ovvero delle imposte ipotecaria e catastale.

Leggi dopo

L'IRAP e le attività professionali di artista

26 Gennaio 2017 | di Andrea Nocera

Cass. civ., sez. VI-T

IRAP

In tema di IRAP, l'attività artistica costituisce un elemento presuntivo idoneo a sorreggere l'apprezzamento secondo cui il contribuente risulta contare esclusivamente sulle proprie capacità professionali, nonostante la produzione di un reddito cospicuo, dovendosi in ogni caso escludere dal perimetro impositivo la mera agevolazione delle modalità di svolgimento dell'attività professionale.

Leggi dopo

I presupposti della tutela cautelare in appello

24 Gennaio 2017 | di Jacopo Lorenzi

CTR Lombardia

Tutela cautelare

In merito alla sospensione cautelare in appello, quando richiesta dal contribuente, il requisito dell'irreparabilità del danno è da porre in relazione al pregiudizio che può derivare dall'esecuzione della sentenza nelle more del giudizio di impugnazione della stessa, avendo anche riguardo alle concrete possibilità di risarcimento nel caso di accoglimento del gravame.

Leggi dopo

Legittimo soltanto il “ribaltamento diretto”: dalla società consortile alle consorziate

19 Gennaio 2017 | di Ignazio Gennaro

CTP Catania

Consorzi e società consortili

In tema di consorzi può ritenersi legittimo soltanto il “ribaltamento diretto” dei costi sostenuti dalla società consortile nei confronti delle società consorziate. Tali costi possono essere legittimamente addebitati dal consorzio alle società consorziate, previa verifica della loro effettività, congruità ed inerenza rispetto all’attività svolta dalla società consortile nell’interesse delle società consorziate.

Leggi dopo

Pagine