Focus

Focus

Accertamento nullo per la start up: la gestione antieconomica non si applica

21 Ottobre 2019 | di Federico Gavioli

Cass. 2 ottobre 2019 n. 24536

Accertamento induttivo

Per l'azienda appena costituita in fase di start up, il sostenimento di costi fissi elevati - destinati ad essere recuperati in un arco temporale sufficientemente lungo - non è sintomo di antieconomicità. L’inerenza all’attività dei costi sostenuti deve essere apprezzata anche attraverso un giudizio qualitativo, scevro dai riferimenti ai concetti di utilità o vantaggio (Cass. 2 ottobre 2019 n. 24536).

Leggi dopo

L'esterometro tra adempimenti, sanzioni e verifiche patrimoniali

09 Ottobre 2019 | di Raimondo D'antonio

Art. 1 c. 3- bis D. Lgs. 127/2015
Art. 11 c. 2- quater D. Lgs. 471/97

IVA

I soggetti passivi onerati alle trasmissioni delle fatture elettroniche al sistema SDI (art. 1 D. Lgs. 127/2015) trasmettono telematicamente all'Agenzia delle Entrate anche i dati relativi alle operazioni di cessione di beni e di prestazione di servizi effettuate e ricevute verso e da soggetti non stabiliti nel territorio dello Stato italiano, salvo quelle per le quali è stata emessa una bolletta doganale e quelle per le quali siano state emesse o ricevute fatture elettroniche secondo le modalità dell'art. 1 c. 3 D. Lgs. 127/2015.

Leggi dopo

Attività del “consulente fiscalista”: parametri di competenza e profili di responsabilità penale

30 Settembre 2019 | di Antonino Marino

D. Lgs. 74/2000

Evasione fiscale

Gli interventi giurisprudenziali sulla responsabilità del "consulente", con riferimento all'attività professionale svolta per conto dei contribuenti, conducono ad operare alcune riflessioni sull'esercizio dell’attività di assistenza afferente agli adempimenti di carattere amministrativo-contabile e fiscale, in virtù degli innumerevoli profili (anche penali) che possono emergere in capo allo stesso consulente.

Leggi dopo

Trust ed esclusione della legittimazione processuale

19 Settembre 2019 | di Saverio Capolupo

Trust

Il trust non può essere qualificato come ente autonomo a sé stante; è privo di soggettività giuridica con l'ovvia conseguenza di non poter essere considerato come soggetto giuridico che svolge l'attività attraverso la persona fisica del trustee. Va individuata la soluzione da adottare per la tutela dei propri interessi qualora gli venga notificato un atto impositivo (richiesta di autotutela e/o impugnazione nei termini).

Leggi dopo

Violazioni nella tenuta contabile: applicazione dell’accertamento analitico/induttivo e dell’induttivo puro

10 Settembre 2019 | di Giovanni Incerto

Art. 39 DPR 600/73

Accertamento induttivo

La normativa sull'accertamento presuntivo del reddito e le ipotesi in cui, in caso di accertamento induttivo o extracontabile, si consenta la ricostruzione induttiva del reddito sulla sola base di elementi presuntivi.

Leggi dopo

Detraibilità dell’IVA con riguardo al bene strumentale per destinazione: il caso delle “case per vacanze”

26 Agosto 2019 | di Stefano Pasetto

Art. 19-bis 1 c. 1 lett. i) DPR 633/72

IVA

Il contributo, prendendo spunto dal caso delle c.d. "case per vacanze" e dagli orientamenti giurisprudenziali in materia, espone le motivazioni per le quali, nonostante l'art. 19-bis 1 c. 1 lett. i) DPR 633/72, si debba ritenere detraibile l'IVA relativa agli immobili abitativi nel momento stesso in cui gli stessi sono impiegati nello svolgimento dell'attività professionale/imprenditoriale.

Leggi dopo

Notifiche e depositi telematici tra obbligatorietà e criticità

29 Luglio 2019 | di Raimondo D'antonio

Circ. MEF 4 luglio 2019 n. 1/DF

Processo telematico

Con l'illustrazione del contenuto della Circ. MEF 4 luglio 2019 n. 1/DF si analizzano le novità introdotte dall'art. 16 DL 119/2018, conv. in L. 136/2018, relative al progetto d'informatizzazione del processo tributario.

Leggi dopo

Il Decreto Crescita e l’obbligo del contraddittorio preaccertativo

24 Luglio 2019 | di Sara Armella

Art. 4- octies, DL 34/2019 conv. in L. 58/2019

Contraddittorio

Con la conversione in legge del c.d. Decreto Crescita è stata ridefinita la disciplina dell’obbligo del contraddittorio preaccertativo. Il legislatore ha chiarito la portata del principio, già previsto dallo Statuto del Contribuente e riconosciuto - con diversi distinguo - dalla giurisprudenza, per cui l’A.F. deve garantire al contribuente la possibilità di far valere le proprie ragioni, prima dell’emissione dell’accertamento.

Leggi dopo

Ravvedimento operoso parziale: l'interpretazione autentica del Decreto Crescita

18 Luglio 2019 | di Stefania Brena, Francesco Licenziato

Art. 13- bis D.Lgs. 472/97
Art. 4- decies DL 34/2019 conv. in L. 58/2019

Ravvedimento operoso

Introdotta, ad opera del Decreto Crescita, la norma di interpretazione autentica in materia di ravvedimento parziale. Le disposizioni, applicabili esclusivamente ai tributi amministrati dall’Agenzia delle Entrate, riguardano anche il caso di versamento frazionato, purché lo stesso avvenga nei termini normativamente prescritti.

Leggi dopo

Verifica al “de cuius”? La corretta metodologia da adottare per la notifica dell’accertamento agli eredi

08 Luglio 2019 | di Antonino Marino

art. 65 DPR n. 600/73

Comunicazioni e notificazioni

La notifica dell’accertamento, nei confronti degli eredi del contribuente, esige la puntuale osservanza delle norme procedurali imposte dall’art. 65 DPR n. 600/1973. Il rispetto del metodo prescritto, non rappresenta fattore di mera rilevanza formale, in quanto direttamente incidente su un rapporto tributario avente un carattere peculiare, afferendo ad un soggetto non più esistente: il contribuente deceduto.

Leggi dopo

Pagine