Focus

Focus

Sulla prova contraria a carico del contribuente nell'accertamento sintetico

24 Aprile 2019 | di Rosaria Giordano

Mezzi di prova

L'accertamento sintetico è molto utilizzato nell'ambito della ricostruzione in via induttiva del reddito delle persone fisiche. Il meccanismo si fonda sulla presunzione che ad una capacità di spesa determinata dall'acquisto di beni o investimenti, determinati secondo regolamento ministeriale, corrisponda, in conformità al principio della capacità contributiva, un determinato reddito. Il contribuente può peraltro addurre la prova contraria, sulle problematiche più ricorrenti relative alla quale si sofferma brevemente il contributo.

Leggi dopo

Qualificazione dei redditi percepiti dagli sportivi neo-residenti: compensi e corrispettivi

19 Aprile 2019 | di Stefano Oliva, Elio Andrea Palmitessa

IRPEF

Prosegue l'analisi della qualificazione dei redditi percepiti dagli sportivi neo-residenti nell’ambito del regime opzionale di imposta sostitutiva. Con riguardo alle attività di sfruttamento economico dei diritti all’immagine, la Legge 22 aprile 1941, n. 633 detta la regolamentazione sulla tutela del diritto d’autore, distinguendo fra i) “diritti d’autore” in senso stretto e ii) “diritti connessi” al diritto d’autore. Il diritto all’immagine degli sportivi è riconducibile a quest’ultima categoria (titolo II, capo VI, sezione II) ma anche, più in generale, all’art. 10 del Codice Civile in quanto alla tutela dei diritti alla personalità dell’individuo

Leggi dopo

La tassazione dei proventi illeciti

16 Aprile 2019 | di Giovambattista Palumbo

Redditi diversi

Sarebbe opportuno procedere alla tassazione di tutto ciò che è servito a commettere reati, intercettando tutte le ricchezze che dal reato sono derivate. Il giro d'affari criminale nel nostro Paese, si aggira attorno ai 30 miliardi di euro all'anno. Una stima che prende in considerazione le principali attività illegali gestite dalla malavita: traffico e spaccio di droga, traffico illecito di tabacco, contraffazione, frodi IVA, ma anche estorsioni, usura, sfruttamento della prostituzione, traffico d'armi e gioco d'azzardo. La norma per procedere alla tassazione di tali proventi esiste già, ma, anche per un'assenza di coordinamento con la disciplina in tema di confisca, non è sempre efficace.

Leggi dopo

Qualificazione dei redditi percepiti dagli sportivi neo-residenti nell’ambito del regime opzionale di imposta sostitutiva

08 Aprile 2019 | di Stefano Oliva, Elio Andrea Palmitessa

Regimi contabili e fiscali

Gli eventi di calciomercato della scorsa estate hanno rinnovato l’interesse generale sui profili applicativi del regime opzionale per i nuovi residenti e sui potenziali benefici offerti dalla norma in relazione a sportivi professionisti con attività internazionale. In considerazione dei profili sistematici della disciplina introdotta dall’art. 24-bis TUIR, che prevede il pagamento di un’imposta forfettaria sui redditi di fonte estera, un aspetto di particolare interesse nel caso di sportivi neo-residenti può essere rappresentato dalla possibilità di beneficiare del meccanismo di imposizione sostitutiva in relazione a redditi su attività connesse (o comunque riconducibili) alla performance sportiva.

Leggi dopo

Il nuovo regime dei forfettari e il sistema dei controlli

29 Marzo 2019 | di Alberto Maria Gaffuri

Regimi contabili e fiscali

Il regime forfettario approntato per le imprese e i professionisti e disciplinato dall’art. 1, commi 54 ss., della L. n. 190/2014 è stato profondamente rivisto dall’art. 1, comma 9, della L. n. 145/2018, a decorrere dal 1° gennaio 2019.

Leggi dopo

L'attestazione di conformità dei documenti nel processo tributario telematico. Oneri e regimi applicativi

27 Marzo 2019 | di Raimondo D'antonio

art. 16 D.L. 119/18 conv. in L. 136/18
art. 25 bis D.Lgs. 546/92

Processo telematico

Con il D.L. 119/2018, convertito in L. 136/2018, sono state previste diverse innovazioni nell'ambito del processo tributario telematico (PTT) – in primis l'obbligatorietà del rito telematico a partire dal primo luglio 2019 - tra le quali l'onere in capo al “difensore e il dipendente di cui si avvalgono l'ente impositore, l'agente della riscossione ed i soggetti iscritti nell'albo di cui all'articolo 53 del D. Lgs. 446/97” di attestare la conformità degli atti informatici notificati ovvero depositati anche per immagine, nel fascicolo telematico, secondo le modalità di cui al D. Lgs. 82/2005. Il Legislatore ha inteso così uniformare il processo tributario telematico a quello civile ed amministrativo per i quali già sono previste diverse modalità di attestazione di conformità da parte di magistrati, professionisti e cancellieri.

Leggi dopo

Affitto d'azienda e relativi profili fiscali

25 Marzo 2019 | di Francesco Spina

Affitto d’azienda

A mente dell'art. 2562 c.c., l'affitto d'azienda è un contratto mediante il quale il proprietario dell'azienda (locatore) trasferisce a terzi (affittuario o conduttore) il diritto di godimento dell'azienda, a fronte del pagamento del canone periodico prestabilito e per un periodo di tempo determinato.

Leggi dopo

Il reddito d’impresa di “società a ristretta compagine sociale”

18 Marzo 2019 | di Mirella Guicciardi

Società di capitali

Non esiste una definizione giuridica di società a ristretta base sociale, né a base familiare. Di norma si fa riferimento alla "ristrettezza" della composizione societaria che determina la formazione di un'unica volontà, tipica di un gruppo ridotto di soci o legato da altri vincoli, quali quelli, per esempio, familiari. La legittimità o meno della presunta distribuzione, in capo ai soci, degli utili non contabilizzati da parte delle società a ristretta base societaria è, da anni, oggetto del dibattito giurisprudenziale e dottrinario.

Leggi dopo

I nuovi poteri della Guardia di finanza a seguito del "Decreto fiscale"

11 Marzo 2019 | di Mariacarla Giorgetti, Leonardo Margiotta

Questionari Guardia di Finanza

Durante i lavori parlamentari nella fase di conversione in legge del D.L. n. 119/2018, sono stati aggiunti alcuni articoli e commi che hanno cambiato, in modo importante, il ruolo della Guardia di Finanza in chiave antielusiva. Successivamente a tali lavori, i finanzieri hanno ottenuto una maggiore operatività in ambito economico-fiscale, al fine di contrastare in modo efficace l’evasione e le frodi fiscali, che possono emergere a seguito delle attività di accertamento poste in essere dai vari reparti operativi; ad ogni modo, giova sottolineare come tali attività, dovranno comunque svolgersi nel pieno rispetto delle garanzie che il Legislatore ha riservato al contribuente verificato. Si evidenzia, altresì, come alla Guardia di Finanza è stato attribuito un ruolo d’indirizzo e di coordinamento strategico ed operativo dell’attività di contrasto all’evasione, da effettuarsi congiuntamente all’Agenzia delle Entrate. Le disposizioni in questione sono contenute negli articoli, dal 16-quater al 16-septies del D.L. n. 119/2018.

Leggi dopo

“Significato economico” della stabile organizzazione: convergenze ed assonanze tra BEPS e giurisprudenza italiana

26 Febbraio 2019 | di Lorenzo Savastano

Stabile organizzazione

Il progetto BEPS è intervenuto sul cuore dell'art. 5 del Modello OCSE, disinnescando manovre di profit shifting incentrate sull'ambigua classificazione delle attività preparatorie ed ausiliarie esercitate nello Stato della fonte. La modifica, corroborata dalla creazione di una anti-fragmentation rule, è stata trasmigrata nel diritto italiano con la legge di bilancio 2018 dove, come vedremo, ha trovato un capiente solco giurisprudenziale in cui collocarsi.

Leggi dopo

Pagine