Casi e sentenze di merito

Casi e sentenze di merito

Sindacabilità di un contratto di appalto privato

12 Febbraio 2016 | di La Redazione

CTP Messina

Giurisdizione e competenza

In tema di sindacabilità di un contratto di appalto privato devono confermarsi le argomentazioni sulla sindacabilità dell’atto paritetico dell’ammistrazione.

Leggi dopo

Credito d’imposta per “lavoratori svantaggiati”: l’omessa comunicazione annuale non ne determina la decadenza

11 Febbraio 2016 | di La Redazione

CTP Napoli

IRPEF

Con riferimento al credito d’imposta per i c.d. “lavoratori svantaggiati” contemplato dalla L. 244/2007 (finanziaria 2008), art. 2, co. 539-548 , la mancata presentazione della comunicazione telematica annuale (c.d. MOD. C/IAL) di cui al D.M. 12 marzo 2008 non comporta l’automatica decadenza dal beneficio.

Leggi dopo

Notificazione della nomina del messo speciale e sanatoria

11 Febbraio 2016 | di La Redazione

CTP Messina

Comunicazioni e notificazioni

L’applicazione delle norme del codice di procedura civile, richiamate dall’art. 60 del DPR 600/1973 per la notificazione degli atti impositivi, determina una specifica caratterizzazione di tutto il procedimento amministrativo di notificazione ...

Leggi dopo

Credito d’imposta per “lavoratori svantaggiati” e omessa comunicazione telematica

09 Febbraio 2016 | di La Redazione

CTP Napoli

IRPEF

La legge finanziaria 2008 (L. 244/07), all’art. 2, co. 539, prevede una particolare ipotesi di credito d’imposta da utilizzare esclusivamente in compensazione per i datori di lavoro che assumano a tempo indeterminato i c.d. “lavoratori svantaggiati”. La procedura prevede in particolare ...

Leggi dopo

Prestiti tra controllante e controllate: presunzione di onerosità e prova contraria

05 Febbraio 2016 | di La Redazione

CT II° Bolzano

Società controllate e collegate

Con riferimento alla disciplina sul transfer pricing, ed in particolare all’ipotesi di recupero a tassazione degli interessi attivi su prestiti infruttiferi concessi dalla controllante alle società controllate estere ...

Leggi dopo

I vizi dell'atto paritetico di conferimento di funzioni dirigenziali

05 Febbraio 2016 | di La Redazione

CTP Messina

Giurisdizione e competenza

L’atto paritetico/privatistico, di conferimento delle funzioni dirigenziali, può essere liberamente censurato in ragione di tutte le invalidità civilistiche previste dal codice civile; in quanto però atto funzionalizzato ad un interesse pubblico, esso sarà sindacabile anche con i classici vizi di legittimità, sovrapponibili ai vizi civilistici.

Leggi dopo

Potere di accertamento incidentale del giudice tributario

05 Febbraio 2016 | di La Redazione

CTP Messina

Poteri istruttori del giudice tributario

In tema di poteri di accertamento del giudice tributario su questioni devolute ad altra giurisdizione...

Leggi dopo

Incompetenza funzionale del messo speciale

04 Febbraio 2016 | di La Redazione

CTP Messina

Comunicazioni e notificazioni

L'incompetenza del messo comunale che notifica l'avviso di accertamento risulta comunque sanabile in corso di giudizio con la convalida prevista dall’art. 6 della Legge n. 249/1968, vista la natura paritetica dell’atto di incarico.

Leggi dopo

Il sindacato del giudice tributario sugli atti paritetici di incarico

03 Febbraio 2016 | di La Redazione

CTP Messina

Atti del processo

Gli atti impositivi autoritativi e gli atti paritetici di incarico non possono essere immediatamente sindacabili dal giudice tributario né in via incidentale pregiudiziale, né in via diretta.

Leggi dopo

Dirigenti illegittimi: necessario il giudicato amministrativo per far valere gli effetti dell’illegittimità costituzionale

28 Gennaio 2016 | di La Redazione

CTP Messina

Avviso di accertamento

Con riferimento all’eccezione del vizio di sottoscrizione dell’atto impositivo firmato dai c.d. dirigenti decaduti alla luce della nota pronuncia della Corte Cost. n. 37/2015 – che ha tacciato di incostituzionalità l’art. 8, comma 24, D.L. 2 marzo 2012, n. 16 per violazione delle regole sui pubblici concorsi – occorre precisare che la menzionata sentenza della Consulta produce effetti vizianti e non caducanti.

Leggi dopo

Pagine