PTT
Casi e sentenze di merito Casi e sentenze di merito

È inesistente l’atto cartaceo con indicazione del nominativo del funzionario “a stampa” ma privo della firma autografa

05 Giugno 2018 | di La Redazione

CTP Treviso

PEC

L’atto cartaceo notificato in via ordinaria il quale rechi la stampigliatura “firmato digitalmente” senza recare, però, alcuna sottoscrizione in originale, è giuridicamente inesistente o, comunque, illegittimo in quanto la possibilità di sostituire la “firma autografa”...

Leggi dopo
Casi e sentenze di merito Casi e sentenze di merito

Notifica PEC: la prova è data dalle copie analogiche delle ricevute di accettazione e consegna

31 Maggio 2018 | di La Redazione

CTP Crotone

PEC

La notifica a mezzo posta elettronica certificata delle cartelle esattoriali, non si esaurisce con l’invio telematico dell’atto, ma si perfeziona con la consegna informatica del plico nella casella di posta elettronica del destinatario e la prova di tale...

Leggi dopo
Giurisprudenza commentata Giurisprudenza commentata

PT sempre più telematico: valida la costituzione in giudizio tramite S.I.G.I.T. anche se il ricorso è tradizionale

21 Maggio 2018 | di Laura Cadelano, Maria Prisco

CTP Padova

Processo telematico

È legittima la costituzione in giudizio con modalità telematiche da parte dell'Amministrazione finanziaria nonostante il ricorrente abbia depositato il ricorso in via cartacea. Le modalità di notifica e deposito del ricorso prescelte dal ricorrente non vincolano l'altra parte, quella resistente, che può liberamente optare per la nuova modalità telematica di costituzione in giudizio.

Leggi dopo
Casi e sentenze di merito Casi e sentenze di merito

Non valida la cartella notificata via PEC in formato pdf

07 Maggio 2018 | di La Redazione

CTP Crotone

PEC

La notificazione tramite PEC della cartella di pagamento in formato PDF senza l’estensione c.d. “p7m”, non è valida e, di conseguenza, rende illegittima l’intera cartella allegata alla PEC...

Leggi dopo
Quesiti Operativi Quesiti Operativi

Appello notificato a mezzo PEC in un processo incardinato in maniera cartacea: è nullo?

02 Maggio 2018 | di Marco Ligrani

Processo telematico

Si chiede se nel processo tributario incardinato in maniera cartacea e non telematica, l'atto di appello dell'Ufficio notificato a mezzo PEC al difensore del contribuente e non mediante modalità cartacea (ovvero tramite raccomandata postale), può essere oggetto di eccezione di nullità e/o inesistenza e, quindi, inammissibile? O tale eccezione non è pertinente?

Leggi dopo
News News

Inammissibile l'appello via PEC se al tempo della notifica non era attivo il PTT

19 Aprile 2018 | di La Redazione

Cass. civ., sez. trib.

Processo telematico

Se l’appello tramite PEC è avvenuto nella fase “transitoria” dell’avviamento del processo telematico tributario, nella quale era operativo solo in alcune regioni, ha ragione il Comune a dichiarare la nullità della notifica se effettuata tramite posta elettronica certificata.

Leggi dopo
Casi e sentenze di merito Casi e sentenze di merito

PTT: la modalità di costituzione del ricorrente non influenza quella del resistente

13 Aprile 2018 | di La Redazione

CTP Foggia

Processo telematico

Nell’ambito del processo tributario telematico, l’art. 2, comma 3, del Decreto del Ministero dell’Economia e delle Finanze del 23 dicembre 2013 n. 163, prevede che la parte la quale abbia adottato...

Leggi dopo
Focus Focus

Ultime sentenze delle Commissioni Tributarie: negata la libertà di scelta della modalità telematica

11 Aprile 2018 | di Aurelio Parente

Processo telematico

Alcune recenti sentenze hanno stabilito che l'opzione telematica per la costituzione in giudizio è vincolata sia alla scelta fatta nel primo grado che a quella della parte ricorrente, in tal senso interpretando gli artt. 2, 9 e 10, d.m. 23 dicembre 2013, n. 163. Altre hanno invece ribadito che se la parte disconosce la conformità all'originale del documento informatico, privo di firma digitale, utilizzato per la notifica dell'atto impugnato, quest'ultima deve essere dichiarata nulla, nel rispetto delle regole di cui all'art. 22 e ss., D.Lgs. n. 82/2005.

Leggi dopo
News News

CNDCEC e MEF insieme per un miglioramento della Giustizia tributaria

06 Aprile 2018 | di La Redazione

Conciliazione giudiziale

CNDCEC e MEF hanno sottoscritto il protocollo d’intesa sulla giustizia tributaria. La collaborazione è finalizzata anche ad individuare e diffondere pratiche virtuose per il miglioramento del processo tributario telematico, nonché l'auspicabile realizzazione di un massimario nazionale della giurisprudenza tributaria di merito, in coordinamento con il Consiglio di presidenza della Giustizia tributaria.

Leggi dopo
Giurisprudenza commentata Giurisprudenza commentata

Notifica di cartella tramite PEC in formato pdf e priva di firma digitale: l'impugnazione ne sana la nullità

30 Marzo 2018 | di Ignazio Gennaro

CTP Palermo

Processo telematico

La mancata sottoscrizione digitale della cartella elaborata non in estensione “p7m” bensì in file formato “pdf” non la priva delle caratteristiche della immodificabilità e sicurezza della comunicazione. Ciò in quanto le disposizioni del d.P.R. 11 febbraio 205 n. 68 e le specifiche tecniche del D.M. 2 novembre 2005 che disciplinano il servizio di posta elettronica certificata, prevedono che il messaggio venga “imbustato” all'interno di un ulteriore messaggio (c.d. “busta di trasporto”) che il gestore provvede a firmare digitalmente e che ne certifica l'invio e la consegna del messaggio e ne garantisce la immodificabilità.

Leggi dopo

Pagine