Bussola

IRAP

Sommario

Inquadramento | Caratteristiche principali | Soggetti passivi | Base imponibile | Determinazione del valore della produzione netta per società di persone e imprese individuali | Determinazione del valore della produzione netta per le banche, altri enti e società finanziarie | Determinazione de valore della produzione netta delle imprese di assicurazione | Determinazione del valore della produzione netta per persone fisiche e società semplici | Determinazione del valore della produzione netta per produttori agricoli | Determinazione del valore della produzione netta di enti privati non commerciali | Trattamento Fiscale e Contabile | Riferimenti |

 

  L’IRAP è un’imposta locale, introdotta dall’art. 3 commi da 143 a 149 e 151, della Legge n. 662/1996. È in vigore nel nostro ordinamento dal 1° gennaio 1998, a seguito dell’emanazione del D.Lgs n. 446/1997.  Essa colpisce le attività produttive svolte nel territorio delle regioni ed ha carattere reale poiché non si applica sul reddito personale del contribuente ma sul valore aggiunto prodotto dalle attività autonomamente organizzate. È un’imposta per la maggior parte indeducibile dal reddito.  Presupposto dell’IRAP è, l’esercizio abituale di un’attività autonomamente organizzata diretta alla produzione e/o allo scambio di beni o alla prestazione di servizi. L’IRAP si determina applicando al valore della produzione netta (base imponibile) derivante dall’attività esercitata nel territorio della regione e diminuita delle deduzioni eventualmente spettanti, un’aliquota che varia con riferimento alle differenti tipologie di soggetti passivi d’imposta (imprese, agricoltori, enti pubblici ecc..). Qualora l’attività sia svolta sul territorio di più regioni, sono previste regole particolari per stabilire l’imponibile di competenza di ciascuna di esse. Il Legislatore nel D.Lgs. n. 446/97, in relazione alle differenti tipologie di attività svolte dai soggetti passivi d’imposta, ha anali...

Leggi dopo