Bussola

IMU

Visualizzazione ZEN

Sommario

Inquadramento | Istituzione | Decorrenza | Presupposto dell’IMU | Soggetti passivi | Tipologie di immobili soggette al tributo | Base imponibile | Detrazioni per abitazione principale e relative pertinenze ante e post riforma IMU L. 27 dicembre 2013, n. 147 | Determinazione dell’imposta | Variazioni aliquote e detrazioni | Termini e modalità ordinarie di versamento dell’IMU | La c.d. Mini-IMU | Trattamento fiscale e contabile | Attività di controllo, accertamento, riscossione e rimborsi | Sanzioni e ravvedimento operoso | Contenzioso e strumenti deflativi | Riferimenti |

 

L’IMU (o IMUP), acronimo d’Imposta Municipale Unica (Propria), trae origine dal c.d. "decreto sul Federalismo Municipale" (D.Lgs. 14 marzo 2011 n. 23) il quale ha previsto che la stessa andasse a sostituire:   la componente immobiliare dell’imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF); le relative addizionali dovute in relazione ai redditi fondiari relativi ai beni non locati; l’ICI (Imposta comunale sugli immobili).   L'IMU rappresenta un’imposta comunale il cui presupposto base è il possesso di immobili (fabbricati, aree edificabili o terreni agricoli)  compresi quelli situati all’estero per i quali, però, è stata prevista una specifica imposta patrimoniale (IVIE – Imposta sul Valore degli Immobili situati all’Estero) che potremmo di fatto considerare come una sorta di "IMU Estera". L’IMU, nel tempo ha subito notevoli cambiamenti in tema di esenzioni e riduzioni riconosciute ai soggetti passivi ad esempio:   esenzione dell’abitazione principale non di lusso (Legge di stabilità 2014); riduzione al 50% della base imponibile IMU (Legge di stabilità 2016); detassazione dei coltivatori dirette ed IAP (Legge di stabilità 2016).   In linea generale tale imposta sarà determinata applicando un moltiplicatore, variabile in funzione della tipologia di immobile, alla rendita catast...

Leggi dopo