Bussola

Dichiarazione di successione

03 Febbraio 2017 |

Sommario

Inquadramento | Ambito soggettivo | Modello di dichiarazione, contenuto e presentazione | Nuovo modello “Dichiarazione di successione e domanda di volture catastali" | Presentazione di successione: decorrenza dei termini | Imposte di successione | Altre imposte indirette | Riferimenti |

 

  Al momento della morte di un soggetto si apre il procedimento di successione, con il quale gli eredi, o altri soggetti entrano in possesso dei beni del defunto. Gli eredi presentano all’Amministrazione finanziaria, entro un anno dal decesso, la dichiarazione di successione, predisposta sul modello ministeriale e liquidano le eventuali imposte dovute. L’imposta di successione è stata abolita nel 2001 e successivamente ripristinata dal 2007 pur se con dei valori di franchigia in base alla situazione soggettiva del successore. Anche nei casi di esenzione derivanti dalla franchigia, la successione è soggetta ad imposte ipotecarie e catastali nel caso nel patrimonio ereditario siano presenti beni immobili o diritti reali sugli stessi. A partire dal 1° aprile 2016 per il pagamento delle imposte legate alla successione verrà utilizzato il modello F24 al posto del modello F23.   A partire dal 1° aprile 2016, per il pagamento delle imposte legate alla successione verrà utilizzato il modello F24 al posto del modello F23. Dal 23 gennaio 2017 è previsto l’invio telematico tramite apposito software di compilazione messo a disposizione dall’Agenzia delle Entrate “Dichiarazione di successione e domanda di volture catastali”. 

Leggi dopo