News

Utili distribuiti nelle società a ristretta compagine partecipativa: presunzioni

 

 
In assenza di prova contraria, la distribuzione dei maggiori utili accertati in capo ai soci deve presumersi avvenuta nello stesso periodo d'imposta in cui gli utili sono stati conseguiti (CTR Lazio 4 novembre 2019 n. 6104).
 
 
La CTR richiama in materia il principio giurisprudenziale secondo il quale nel caso "di società a ristretta base partecipativa è legittima la presunzione della distribuzione di utili extra-contabili accertati, rimanendo salva la facoltà del contribuente (socio), di offrire la prova del fatto che i maggiori ricavi non sono stati distribuiti, bensì accantonati dalla compagine sociale, ovvero da essa reinvestita" (Cass. 16 febbraio 2015 n. 2090).
 
 
In definitiva la presunzione adottata dall'Ufficio, avendo presuntiva ex art. 2727 c.c., assume valenza probatoria e non richiede ulteriori elementi di riscontro esterno.
Leggi dopo