News

Legittima la notifica via PEC che contiene in allegato il pdf dell’atto originario

 

Possibile notificare al contribuente una cartella di pagamento via mail allegando alla PEC il pdf dell’atto originale (Cass. 27 novembre 2019 n. 30948). L'irritualità della notificazione non ne comporta la nullità se la consegna in via telematica ha comunque determinato il risultato della sua conoscenza.

 

I giudici della Cassazione hanno respinto il ricorso di una società alla quale era stato notificato un atto telematicamente. Infatti, osservano i giudici di legittimità nell’ordinanza, la notifica della cartella di pagamento può essere eseguita a mezzo posta elettronica certificata all’indirizzo risultante dagli elenchi a tal fine previsti dalla legge. Tali elenchi sono consultabili anche in via telematica dagli agenti della riscossione. Inoltre, la Cassazione specifica che il messaggio di posta elettronica è composto da un documento informativo composto dal testo del messaggio, dai dati di certificazione e dagli eventuali documenti informatici allegati.

 

Alla luce di ciò, la notifica della cartella di pagamento può avvenire, indifferentemente, sia allegando al messaggio PEC un documento informatico, che sia duplicato informatico dell’atto originario, sia mediante una copia per immagini su supporto informatico di un documento originale cartaceo, come è avvenuto nel caso in esame.

Leggi dopo