News

Insanabile contrasto tra motivazione e dispositivo, non utilizzabile la correzione materiale

 

Il rimedio della correzione dell'errore materiale non è utilizzabile nel caso di contraddittorietà tra motivazione e dispositivo della sentenza, la quale ne determina invece la nullità ai sensi dell'art. 156 c. 2 c.p.c.

 

Infatti, nell'ipotesi di insanabile contrasto tra motivazione e dispositivo, non è consentito individuare la statuizione del giudice attraverso una valutazione di prevalenza di una delle contrastanti affermazioni contenute nella decisione, né può farsi ricorso all'interpretazione complessiva di essa, che presuppone una coerenza globale tra le diverse proposizioni.

 

La non pertinenza della motivazione all’oggetto del giudizio, conclude la Commissione, dà luogo a motivazione apparente: la parte può farla valere attraverso la proposizione del ricorso per Cassazione volto a determinare la nullità della sentenza.

Leggi dopo