News

Esterovestizione: non è sufficiente la residenza degli amministratori

07 Giugno 2019 |

Cass. civ. 4 giugno 2019, n. 15184

Esterovestizione

 

Secondo la Corte di Cassazione (sentenza n. 15184 del 4 giugno 2019) non è sufficiente che gli amministratori risultino residenti in Italia e che la società non svolga alcuna attività economica rilevante nel territorio per provare che si tratti di una holding passiva esterovestita. Ai fini, infatti, della individuazione della residenza fiscale - con riguardo al comma 3 dell'art. 73 TUIR - devono coesistere (per la maggior parte dell'anno) vuoi della sede legale vuoi di quella amministrativa.

 

La questione affrontata dalla Corte vede accolto il ricorso della società ricorrente, relativamente al profilo risolutivo della insufficiente motivazione, contro la decisione della CTR Pescara.

Il contenzioso origina dalla richiesta presentata dalla società olandese relativa alla restituzione della ritenuta subita sui dividendi percepiti nel 2001 della controllata, in quanto considerata una società fittiziamente costituita in Olanda per beneficiare del regime più favorevole previsto dalla convenzione fra Italia e Paesi Bassi sulle doppie imposizioni, in aggiunta al regime di esenzione dei dividendi presente in Olanda. 

 

Affermata la legittimazione passiva della società alla ricezione dell'atto di recupero e la non fondatezza dell'eccezione di intervenuta decadenza dell'ufficio, la Corte cassa la sentenza affermando la non prevalenza, ai fini dell'identificazione della sede sociale, della residenza italiana o inglese degli amministratori, sul criterio del luogo del concreto svolgimento della gestione amministrativa per il compimento degli affari e dell'impulso dell'attività dell'ente (orientamento già espresso dalla Cass. civ. 2869/2013). 

 

Inoltre, continua la Corte, il criterio della residenza degli amministratori è rilevante solo dal 2006, per intervento del DL n. 223/2006, non applicandosi quindi nel caso concreto (ai sensi del riformato art. 73, co. 5 -bis TUIR). 

Leggi dopo