News

Accertamento con presunzioni semplici per costi non contabilizzati

19 Luglio 2019 |

Cass. 17 luglio 2019, n. 19191

Accertamento d'ufficio

 

Nell'accertamento d'ufficio (art. 39 DPR 600/73), l’Amministrazione finanziaria può ricorrere alle presunzioni c.d. supersemplici (prive dei requisiti di gravità, precisione e concordanza), in ipotesi di omessa dichiarazione da parte del contribuente. I costi non registrati devono essere riconsciuti anche nel caso non siano stati annotati nelle scritture contabili.

 

Occorre che l'A.F.  determini, seppur induttivamente, i costi relativi ai maggiori ricavi accertati, per non ledere il principio di capacità contributiva (art. 53 Cost.) laddove venisse tassato il profitto lordo anziché il netto.

 

Solo i tributi indiretti possono, infatti, essere tassati sulla base della capacità contributiva oggettiva, prescindendo quindi dallo scomputo delle spese dai ricavi. 

 

Questo quanto affermato con la Cass. 17 luglio 2019, n. 19191.

Leggi dopo