Giurisprudenza commentata

Operazioni inesistenti, costi fittizi indeducibili e ricavi non concorrenti alla formazione del reddito

Sommario

Massima | Il caso | La questione | Le soluzioni giuridiche | Osservazioni |

 

Ai sensi dell'art. 8 comma 2, D.L. 2 marzo 2012, n. 16, convertito con modificazioni nella Legge 26 aprile 2012, n. 44, è il contribuente a dover provare che i componenti positivi, che hanno concorso nell'accertamento alla formazione del reddito, sono anch'essi fittizi perché ed in quanto direttamente afferenti a componenti negativi che, siccome relativi a beni o servizi non effettivamente scambiati o prestati, non sono ammessi in deduzione.

Leggi dopo