Giurisprudenza commentata

Non è necessaria la "prova di resistenza" per dichiarare la nullità degli avvisi di accertamento notificati ante tempus

17 Ottobre 2019 |

Cass. 11 settembre 2019 n. 22644

Verifiche fiscali

Sommario

Massima | Il caso | La questione | Le soluzioni giuridiche | Osservazioni |

 

Nel triplice caso di accesso, ispezione o verifica nei locali destinati all'esercizio dell'attività, il legislatore garantisce il contraddittorio preventivo attraverso la comminatoria espressa di nullità dell'atto impositivo emesso prima dei 60 giorni previsti dall'art. 12 c. 7 L. 212/2000. Non è necessaria, da parte del contribuente, la "prova di resistenza" richiesta invece laddove manchi un'espressa sanzione di nullità.

Leggi dopo