Giurisprudenza commentata

La richiesta di documenti priva di dettaglio rende illegittimo l’accertamento induttivo

Sommario

Massima | Il caso | La questione | Le soluzioni giuridiche | Osservazioni |

 

Nei confronti del contribuente, il criterio di correttezza e buona fede comporta l’inibizione della produzione in giudizio della documentazione non esibita in sede amministrativa. Nei confronti dell’Ufficio, si impone la formulazione dettagliata dei documenti richiesti. La violazione inibisce la facoltà di avvalersi dell’accertamento induttivo “puro o extracontabile” (CTP Avellino 18 novembre 2019 n. 1131).

Leggi dopo