Giurisprudenza commentata

Il contraddittorio endoprocedimentale trova applicazione anche per gli accertamenti c.d. “a tavolino”

Sommario

Massima | Il caso | La questione | Le soluzione giuridiche | Osservazioni |

 

È nullo l’avviso di accertamento emesso dall’Amministrazione finanziaria a seguito di un controllo c.d. “a tavolino” senza la preventiva instaurazione del contraddittorio con il contribuente. L’obbligatoria attivazione del contraddittorio endoprocedimentale, in quanto principio immanente nell'ordinamento giuridico, posto a garanzia e tutela del contribuente, nonché a presidio di valori costituzionalmente tutelati, oltre che espressione di civiltà giuridica, trova applicazione in tutti gli accertamenti tributari conseguenti a ogni tipo di verifica.

Leggi dopo