Giurisprudenza commentata

I fringe benefits degli sportivi professionisti: onus probandi a carico dell'Amministrazione finanziaria

27 Novembre 2018 |

CTP Lecce

Deduzioni IRAP da IRES

Sommario

Massima | Il caso | La questione | Le soluzioni giuridiche | Osservazioni |

 

Nell'ambito di un procedimento accertativo volto a riconoscere l'esistenza di un beneficio accessorio di natura retributiva (fringe benefit) in favore di calciatori professionisti - come conseguenza del pagamento, da parte di una società sportiva, di compensi all'agente del calciatore stesso - non può essere accolta la tesi dell'Ufficio circa la pretesa fittizietà dell'interposizione dell'agente sul presupposto dell'assenza di prove documentali.

Leggi dopo