Giurisprudenza commentata

CTU: il giudice tributario non può sopperire alle carenze probatorie delle parti

08 Marzo 2016 |

Cass. civ., sez. trib., 13 gennaio 2016, n. 404

CTU

Sommario

Massima | Il caso | La questione | Le soluzioni giuridiche | Osservazioni |

 

Nella sentenza n. 404/2016 si affronta la vexata quaestio relativa all’ampiezza dei poteri istruttori del giudice tributario regolati dall’art. 7, comma 2, D.Lgs. 31 dicembre 1992, n. 546. La Suprema Corte sceglie una esegesi restrittiva della disciplina de qua: il giudice non può richiedere relazioni o disporre consulenza in sostituzione dell’onere probatorio gravante sulle parti.

Leggi dopo