Giurisprudenza commentata

Contribuente fiscalmente “pericoloso”: valida la notifica ante tempus dell'accertamento

19 Settembre 2018 |

Cass. civ., sez. trib.

Comunicazioni e notificazioni

Sommario

Massima | Il caso | La questione | La soluzione giuridica | Osservazioni |

 

In materia di garanzie del contribuente sottoposto a verifiche fiscali, tra le ragioni di urgenza che giustificano l'emissione dell'avviso di accertamento prima dello spirare del termine dilatorio di sessanta giorni previsto dall'art. 12, comma 7, della L. n. 212/2000 rientra la commissione, da parte del contribuente stesso, di reiterate violazioni delle leggi tributarie aventi rilevanza penale ovvero la partecipazione dello stesso ad una frode fiscale.

Leggi dopo