Focus

Riforma del Terzo settore e dell’impresa sociale. Legge delega e Decreti attuativi: profili tributari

31 Agosto 2017 |

D.Lgs. 3 luglio 2017, n. 117
D.Lgs. 3 luglio 2017, n. 112
D.Lgs. 3 luglio 2017, n. 111

Enti no profit

Sommario

Codice del Terzo settore. Riordino e revisione della disciplina degli enti no profit. Nuovo regime fiscale | L'impresa sociale. Nuovo spazio imprenditoriale tra profit e valori etici | La riforma strutturale dell'istituto del cinque per mille | Conclusioni | Guida all'approfondimento |

 

Il Consiglio dei ministri ha recentemente approvato tre decreti legislativi di attuazione della Legge delega per la riforma del Terzo settore, dell’impresa sociale e per la disciplina del servizio civile universale. Tali Decreti attuativi, i cui principi generali erano stati anticipati dalle Linee guida (2014) e dalla Legge delega (2016), realizzano l’obiettivo di ricostruire le fondamenta giuridiche dei soggetti del Terzo settore, eliminando, asimmetrie normative, disarmonie e legislazioni disorganiche che prevedono soluzioni differenti a fronte di comuni fattispecie. Le ragioni plurime di questa criticità, si fondano sull’esistenza di due competenze e due normative (quella civile e quella fiscale) che si intrecciano e non si coordinano. Sul piano strutturale, si tratta, quindi, di interventi sistematici, finalizzati a creare forme reali ed effettive di coordinamento tra la disciplina civilistica, le singole leggi speciali e la disciplina tributaria, con l’obiettivo di «un riordino e armonizzazione delle diverse forme di fiscalità di vantaggio per gli enti del Terzo settore, con riferimento ai regimi sia delle imposte dirette che indirette».

Leggi dopo