Casi e sentenze di merito

L’appello deve censurare, a pena di inammissibilità, le argomentazioni di cui alla sentenza di primo grado

25 Ottobre 2018 |

CTR Emilia Romagna, Bologna

Giudizio di appello

 

Nell’atto di appello deve affiancarsi alla parte volitiva una parte argomentativa, che confuti e contrasti le ragioni addotte dal primo giudice: la maggiore o minore ampiezza e specificità delle doglianze ivi contenute sarà, pertanto, diretta conseguenza della motivazione assunta dalla decisione di primo grado.

La puntualità del Giudice di primo grado nell'affrontare le singole questioni e nel confutare determinate argomentazioni richiede una più specifica e rigorosa formulazione dell'atto di appello, che dimostri insomma di aver compreso quanto esposto dal Giudice di primo grado offrendo spunti per una decisione diversa.

Leggi dopo