Homepage

Focus Focus

La definizione agevolata delle controversie tributarie: primi profili applicativi e criticità

20 Febbraio 2019 | di Vincenzo Pisani

Conciliazione giudiziale

Con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale della legge n. 136 del 18 dicembre 2018 di conversione del D.L. n. 119/2018 recante disposizioni urgenti in materia fiscale e finanziaria, diventano definitive tutte le nuove misure relative alla cosiddetta “pace fiscale”. Durante l'iter di conversione alcune norme hanno subito modifiche: è il caso della definizione agevolata delle controversie tributarie. Fra gli strumenti deflattivi del contenzioso introdotti con questa manovra la sanatoria delle liti, prevista all'articolo 6, è meritevole di una specifica attenzione giacché consente al contribuente la possibilità di addivenire ad una rapida definizione della controversia tributaria pendente con l'Agenzia delle Entrate. La possibile applicazione del condono, in attesa del provvedimento attuativo da parte del Direttore dell'Agenzia delle Entrate, incentiva una disamina dell'istituto anche alla luce delle recenti modifiche introdotte in fase di conversione. L'articolo propone quindi un'analisi della definizione agevolata che, a partire dall'individuazione degli ambiti di applicazione e di esclusione dell'istituto, vuole fornire al lettore una guida pratica tesa ad individuare le modalità di presentazione della domanda, il perfezionamento ed i rapporti con i contenziosi pendenti.

Leggi dopo
Giurisprudenza commentata Giurisprudenza commentata

Non si può riqualificare come cessione di ramo d'azienda un'operazione che ne prevede il conferimento

19 Febbraio 2019 | di Fabio Gallio

CTP Milano

Cessione ramo d'azienda

Con la sentenza del 4 ottobre 2018, n. 4159, la Commissione Tributaria Provinciale di Milano ha sancito che l'Agenzia delle Entrate non può richiedere ai contribuenti un'imposta di registro diversa da quella applicata agli atti, facendo riferimento agli effetti economici delle operazioni, anziché alla loro natura giuridica.

Leggi dopo
La Bussola LA BUSSOLA

IMU

18 Febbraio 2019 | di Pierpaolo Ceroli

L'IMU è un’imposta comunale, ancorché una parte del gettito sia di competenza statale, la cui capacità economica di riferimento è data dal patrimonio immobiliare esistente nel territorio comunale.

Leggi dopo
Focus Focus

La confisca in ambito penal-tributario alla luce dei più recenti orientamenti giurisprudenziali

15 Febbraio 2019 | di Wenda Biondo

Sanzioni

In ambito penal-tributario l'istituto della confisca, oggi disciplinato dall'art. 12-bis del D.Lgs. n. 74/2000, è applicabile sia nella forma diretta, con riguardo al prezzo o al profitto del reato, che in quella per equivalente. Dal punto di vista giurisprudenziale, all'orientamento, divenuto poi consolidato, delle Sezioni Unite “Gubert” e “Lucci”, si è contrapposta, con correttivi ermeneutici importanti, la recente sentenza della Corte di Cassazione del 27 febbraio 2018, n. 8995. La predetta pronuncia, nell'attribuire nuovamente importanza al requisito del nesso di pertinenzialità, che in passato aveva rischiato di divenire del tutto pleonastico, conferisce razionalità alla confisca diretta nei reati tributari. Tuttavia, limitare il raggio d'azione della confisca diretta non fa altro che ampliare quello della confisca per equivalente con tutte le inevitabili implicazioni in tema di tenuta sul piano costituzionale e di inapplicabilità all'ente per i reati tributari commessi in seno alla persona giuridica dal suo legale rappresentante.

Leggi dopo
Focus Focus

Indagini finanziarie e uso delle presunzioni legali

14 Febbraio 2019 | di Roberto Rea

Indagini finanziarie

È del tutto naturale ricercare la capacità contributiva andando anche a valorizzare le risultanze finanziarie, analizzando le movimentazioni bancarie. L’accertamento tributario basato sulle indagini bancarie, in tal senso, rappresenta uno strumento a disposizione dell’Amministrazione finanziaria tanto agevole quanto efficace. L’orientamento giurisprudenziale, per di più, risulta pressoché unanime nell’andare ad assegnare a tale strumento investigativo natura di presunzione legale relativa. Ma tale prospettiva è davvero incontrastabile o si potrebbe assistere ad una lettura differente della disciplina? Ci si deve rassegnare all’idea che con le indagini bancarie il Legislatore fiscale abbia voluto affermare un automatismo a favore dell’Amministrazione Finanziaria o interpretazioni alternative sono possibili? A ben vedere, sussistono spazi per un’auspicabile rivisitazione dell’attività accertativa basata su tali risultanze.

Leggi dopo
Casi e sentenze di merito Casi e sentenze di merito

Prescrizione: per le imposte erariali il termine è decennale

13 Febbraio 2019 | di La Redazione

CTP Rieti

Prescrizione

Per le cartelle relative ad Irpef/Iva/Irap, ossia tributi erariali, va applicata la prescrizione decennale, mentre per quelle relative a Tarsu/Tares/Tia si applica quella quinquennale, ex art. 2948 n. 4, c.c. per tutto ciò che deve pagarsi periodicamente ad anno o in termini più brevi...

Leggi dopo
Giurisprudenza commentata Giurisprudenza commentata

“Esterovestizione”: tra riparto dell'onere probatorio e presunzione favorevole al Fisco

13 Febbraio 2019 | di Rosaria Giordano

Cass. civ., sez. VI-T

Esterovestizione

L'art. 73 del d.P.R. n. 917/1986 pone, in presenza di determinati indici, una presunzione di “esterovestizione” di società ed enti in favore del Fisco che resta, peraltro, onerato della relativa prova.

Leggi dopo
La Bussola LA BUSSOLA

Ammortamento

12 Febbraio 2019 | di Stefano Lapponi

L’ammortamento è il procedimento tecnico-contabile attraverso il quale il costo di un’immobilizzazione (immateriale o materiale) viene ripartito lungo la sua vita utile in modo da imputare, a ciascun esercizio rendicontato, il valore corrispondente alla parte di fattore impiegata; il procedimento in parola, se eseguito correttamente, consente quindi di distribuire il costo dei fattori produttivi pluriennali, nel pieno rispetto del principio di competenza economica, fra gli oneri sostenuti per la produzione negli esercizi in cui questi forniscono la propria utilità. L’ammortamento ha inizio quando il cespite è disponibile e pronto per l’uso e cessa nel momento in cui il valore residuo stimato è uguale o maggiore al valore netto contabile. I fattori produttivi completamente ammortizzati, ma comunque ancora funzionanti, sono indicati nella nota integrativa, dettagliandone il costo originario e gli ammortamenti cumulatisi. Con il termine super ammortamento e iper ammortamento si intendono due procedimenti di ammortamento mediante i quali si consente al contribuente (ai soli fini fiscali e esclusivamente per le quote di ammortamento e per i canoni di locazione finanziaria) di maggiorare il costo di acquisizione del bene. La Legge di Bilancio 2019 (art. 1 commi 60-65) proroga le agevolazioni relative all’iper ammortamento, modificandone la misura della maggiorazione e contestualmente proroga la maggiorazione sui beni immateriali correlata all’iper ammortamento. Con riferimento al 2019 non è invece stata prorogata la norma sul super ammortamento e quindi è possibile beneficiare della maggiorazione prevista del 30% per gli investimenti effettuati nel termine “lungo” entro il 30 giugno 2019 a condizione che entro il 31 dicembre 2018 sia stato accettato dal venditore l’ordine relativa cespite e sia avvenuto il pagamento di un acconto in misura pari ad almeno il 20% del costo di acquisizione.

Leggi dopo
Casi e sentenze di merito Casi e sentenze di merito

Società a ristretta base sociale: illegittimo l’avviso al socio che prova di non aver avuto conoscenza del PVC

12 Febbraio 2019 | di La Redazione

CTR Marche, Ancona

Verifiche fiscali

L’avviso di accertamento motivato mediante rinvio a verbali ispettivi redatti nei confronti di soggetti diversi dal contribuente è legittimo solo se l'Amministrazione dimostri l’effettiva conoscenza di tali documenti da parte del contribuente...

Leggi dopo
News News

Comunicazione dei meccanismi transfrontalieri di pianificazione fiscale, il punto della FNC

12 Febbraio 2019

Intermediari Fiscali Accountancy Europe.pdf

Fiscalità internazionale

Con un recente documento di approfondimento, la Fondazione Nazionale Commercialisti analizza gli obblighi di comunicazione in capo agli intermediari fiscali nell'ambito dei meccanismi transfrontalieri di pianificazione fiscale.

Leggi dopo

Pagine